Normativa e piani

STATUTO DEL PARCO:

La Legge Regionale n. 12 del 4 agosto 2011 “nuova orgnizzazione degli enti gestori delle aree regionali protette […]”  con l’ articolo n. 2 ha trasformato i consorzi di gestione dei parchi regionali in enti di diritto pubblico.

Lo Statuto pubblicato è stato adeguato, su proposta del Consiglio di Amministrazione, in relazione alle disposizioni di organizzazione e gestione, di cui agli articoli 22-ter e 22-quater della Legge Regionale 86/1983, esclusivamente al fine di determinare la composizione e le attribuzioni degli organi, nonché l’ ordinamento degli uffici.

ISTITUZIONE DEL PARCO NATURALE SPINA VERDE

Il Parco Spina Verde nel maggio 2006 è stato riconosciuto, per le proprie caratteristiche di naturalità e di polmone verde di Como e dei comuni di cintura, come Parco Naturale con legge regionale 10/2006 (scaricabile sotto).
Il Parco Naturale ha un proprio piano territoriale di coordinamento che coincide, salvo piccole precisazioni, al Piano del Parco Regionale (scaricabile).

È stato steso specifico Regolamento che norma l’utilizzo dell’area protetta (in particolare sulla gestione faunistica, forestale, la circolazione di mezzi all’interno del Parco, la fruizione dei sentieri).

Il regolamento, licenziato dall’Assemblea Consortile nel marzo 2007 è operativo dalla pubblicazione sul BURL riportata qui sotto.

L’Assemblea Consortile del Parco ha proposto l’istituzione del SIC della Spina Verde. Il sito di importanza comunitaria tutela la maggior parte dell’area a Parco Regionale e per intero l’area a Parco Naturale. L’istituzione di un SIC aprirà inoltre la possibilità di accesso a nuove forme di finanziamento (Life, ReteNatura 2000).

La proposta ha ottenuto l’avvallo della Giunta Regionale, del Ministero e dell’Unione Europea.

Grossi interventi nel Parco necessiteranno quindi di specifico studio di incidenza.

Qui sotto potete scaricare le Delibere regionali di istituzione del SIC Spina Verde e quella sulle procedure di valutazione di incidenza.

Sul sito www.regione.lombardia.it nella parte dedicata al B.U.R.L. è possibile scaricare:

  • la documentazione relativa all’istituzione del SIC – SPINA VERDE – d.g.r. n°8/1876 del 08 Febbraio 2006;
  • la documentazione relativa alle procedure di valutazione di incidenza necessarie in caso di presentazione di progetti che hanno influenza sul SIC: d.g.r. n°7/14106 del 8 agosto 2003.

PIANO TERRITORIALE DI COORDINAMENTO

Il Piano territoriale di coordinamento è lo strumento di pianificazione “generale” del Parco Spina Verde. Esso articola il territorio in “ambiti” diversificati per funzioni e caratteristiche ambientali, dettando per ognuno, con le Norme Tecniche di Attuazione (NTA), gli interventi ammissibili.
Qui sotto potete scaricare le NTA e le due tavole che fanno parte del piano.

PIANIFICAZIONE DI SETTORE: IL PIANO DI SETTORE VILLE CON PARCO

Il Piano di settore “Ville con Parco” ha come obiettivo la definizione dei criteri di intervento in queste aree particolarmente delicate dal punto di vista paesaggistico e architettonico.

Il gruppo di lavoro, guidato dall’arch. Pandakovic, ha definito le linee guida di intervento nei 14 ambiti “ville con parco” censiti dal PTC.

Il piano è stato sottoposto a Valutazione Ambientale Strategica e successivamente è stato adottato dall’Assemblea Consortile in data 24 Novembre 2009. Sono pervenute 16 osservazioni esaminate dall’Assemblea in data 25 Maggio 2010 che, nella medesima seduta, ha approvato definitivamente il Piano.

Il piano è definitivamente vigente dal giorno 17 Giugno 2010, a seguito della pubblicazione sul BURL del 17.06.2010.

Sono riportati di seguito gli atti ufficiali che costituiscono il Piano di settore Ville con Parco approvato.

PIANIFICAZIONE DI SETTORE: PIANO DI INDIRIZZO FORESTALE – PIANO DI UTILIZZO AREE AGRICOLE

Il Piano di settore forestale da indicazioni specifiche sull’utilizzo dei boschi all’interno del Parco Spina Verde; la bozza è stata elaborata dai tecnici Francesco Raddrizzani e Nicola Gallinaro.

La bozza è attualmente in fase di revisione e aggiornamento secondo quando recentemente introdotto dalla l.r. 27/2004 e dalla normativa in materiale di Valutazione Ambientale Strategica.

E’ altresì in fase di realizzazione il piano di utilizzazione delle aree agricole.

Il giorno 23 Marzo 2011 è avviato il procedimento VAS dei due piani. Di seguito gli atti:

 

Piano tutela della aree agricole

PIANIFICAZIONE DI SETTORE: IL PIANO TURISTICO

Il Piano di settore fruizione turistica, sociale e ricreativa del Parco ha come obiettivo la stesura della programmazione delle opere per la valorizzazione turistica della Spina Verde.

Il piano in particolare definirà tutti gli interventi da fare sulla rete sentieristica, sui siti di interesse e sulle baite, al fine di predisporre le condizioni migliori per la fruizione turistica dell’area protetta, compatibilmente con le caratteristiche ecologiche dei luoghi.

Il piano è in fase di stesura.

PIANIFICAZONE DI SETTORE: IL PIANO ARCHEOLOGICO

Il Piano di settore archeologico definisce le linee guida per la tutela, la conservazione e la valorizzazione delle numerose valenze archeologiche del Parco Spina Verde.

Il piano è stato elaborato da un gruppo di lavoro che ha visto la redazione tecnico-scientifica delle due società archeologiche (Società Archeologica Comense e Gruppo Archeologico Comasco) nelle persone della dott.ssa Chiara Niccoli e arch. Alessandra Bonfanti, e la partecipazione del geom. Mauro Favaro e del dott. Vittorio Terza del Parco per la parte di editing, informatizzazione, supporto cartografico, valutazione tecnico-economica degli interventi e impostazione normativa.

il piano è stato sottoposto a VAS, successivamente adottato dal Parco e approvato nel novembre 2010. é pubblicato sul BURL del 14.09.2011 ed è vigente dal 15.09.2011.

ATTI DEL PIANO

PIANIFICAZIONE DI SETTORE: IL PIANO FAUNISTICO

Il Piano di settore faunistico ha come obiettivo quello di indagare gli aspetti faunistici del parco Spina Verde e di definire le linee guida per eventuali interventi di abbattimenti, selezioni e ripopolamenti.

Il gruppo di lavoro comprende esperti delle Amministrazioni provinciali di Varese e Como, nonché esperti della LIPU e tecnici delle università locali per le fasi di rilievo e censimento.

Il Parco ha approvato il piano in via definitiva il 15 giugno 2010, dopo le necessarie procedure di esclusione dalla VAS e di osservazione da parte del pubblico.

Il piano è definitivamente vigente dal giorno 1 Luglio 2010, a seguito della pubblicazione sul BURL del 30.06.2010.

Di seguito sono riportati atti ufficiali costituitivi del piano:

PIANIFICAZIONE DI SETTORE: IL PIANO GEOLOGICO

Il Piano di settore geologico, elaborato dalla Studio Ghezzi di Milano, definisce le aree particolarmente sensibili dal punto di vista idrogeologico e indica, attraverso specifiche norme tecniche, le modalità di intervento, messa in sicurezza, protezione.

Successivamente all’iter di esclusione dalle procedure di Valutazione Ambientale Strategica, il piano è stato adottato, sottoposto a osservazioni da parte del pubblico e definitivamente approvato dall’Assemblea del Parco.

Il piano è definitivamente vigente dal giorno 21 Ottobre 2010, a seguito della pubblicazione sulBURL del 20.10.2010.

PIANIFICAZIONE DI SETTORE: IL PIANO GEOLOGICO

Il Piano di settore antincendio definisce le modalità di intervento sulle piste forestali e sui sentieri del Parco per favorire l’intervento dei mezzi antincendio in caso di roghi (gruppo di lavoro Gallinaro – Raddrizzani).

Attraverso schede di programmazione economica il piano indica siti e sentieri da sistemare e attrezzare adeguatamente ai fini antincendio.

Il Piano, dopo essere stato sottoposto a Valutazione Ambientale Strategica (Esclusione) è stato approvato definitivamente il 18.07.2012. Di seguito si riportano gli atti ufficiali costituitivi del Piano:

il piano è vigente in quanto pubblicato sul BURL n°39 del 26/09/2012.

REGOLAMENTO DI UTILIZZO DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE “VIVERE TUTTI IL PARCO”:

Dal mese di febbraio 2014  presso la Struttura Polifunzionale “Vivere Tutti il Parco”, situata a Cavallasca (Como) in Via Alla Torre SNC, viene svolta attività di ristorazione da un soggetto privato. Non trova attuale applicazioone il precedente regolamento di utilizzo.