Progetto life

        

 

Cosa è il programma LIFE+

LIFE + è il nuovo strumento finanziario dell’Unione Europea per la salvaguardia dell’ambiente, entrato in vigore nel 2007, che cofinanzia azioni a favore dell’ambiente negli Stati membri ed in taluni Paesi terzi che si affacciano nel Mediterraneo e nel Baltico, nonché nei paesi dell’Europa centrale e orientale candidati all’ingresso nell’Unione. Esso fa seguito al precedente programma LIFE istituito nel 1992.

Obiettivo generale di LIFE+ è contribuire all’attuazione, all’aggiornamento e allo sviluppo della politica e della normativa comunitarie in materia di ambiente, compresa l’integrazione dell’ambiente in altre politiche, contribuendo in tal modo allo sviluppo sostenibile.

In particolare, LIFE+ favorisce l’attuazione del Sesto Programma Comunitario di Azione in materia di Ambiente (6° PAA) istituito dalla decisione n. 1600/2002/CE, e finanzia misure e progetti con valore aggiunto europeo negli Stati membri.
Ove possibile, i progetti finanziati da LIFE + promuovono sinergie tra diverse priorità nell’ambito del 6° PAA e l’integrazione.

Maggiori informazioni su http://ec.europa.eu/environment/life/about/index.htm

What is LIFE+ programm

The LIFE programme is the EU’s funding instrument for the environment. The general objective of LIFE is to contribute to the implementation, updating and development of EU environmental policy and legislation by co-financing pilot or demonstration projects with European added value.

LIFE began in 1992 and to date there have been three complete phases of the programme (LIFE I: 1992-1995, LIFE II: 1996-1999 and LIFE III: 2000-2006). During this period, LIFE has co-financed some 3104 projects across the EU, contributing approximately €2.2 billion to the protection of the environment.

More infos on http://ec.europa.eu/environment/life/about/index.htm

 

 

Il progetto LIFE+ del Parco
“conservazione e valorizzazione degli habitat del SIC Spina Verde”

Il Parco Regionale Spina Verde, riconosciuto come Sito di Interesse Comunitario (SIC) dalla Commissione Europea nel dicembre 2009, ha predisposto un progetto articolato in più azioni, presentato alla Commissione stessa all’interno del Bando di finanziamento LIFE+ per l’anno 2010.

Al termine di una dura selezione che ha visto impegnato il Parco e gli uffici tra l’agosto 2010 e il maggio 2011, la Commissione ha riconosciuto la validità del nostro progetto e ha concesso un finanziamento di circa 280.000 euro, a fronte di una spesa complessiva di 560.000 euro.
La restante parte dei fondi è assicurata con fondi propri di bilancio, assicurati, tra l’altro, anche da Fondazione Cariplo.

Il progetto LIFE permetterà di valorizzare il patrimonio ambientale del Parco, elevandone la biodiversità.
Il termine è ormai comunemente usato e significa “varietà della vita” presente in una determinata area del pianeta. Nello specifico il Parco Spina Verde è un piccolo gioiello di biodiversità nel territorio fortemente urbanizzato di Como e dei comuni di cintura alla città. Qui sono presenti più di 150 specie di vertebrati (uccelli, anfibi, rettili e mammiferi) che danno un’idea di quanto siano importanti il Parco e il suo SIC dal punto di vista faunistico ed ecologico.
Nello specifico il progetto andrà a valorizzare ulteriormente questi aspetti migliorando alcuni habitat del SIC.

Il progetto è ufficialmente iniziato il 1 settembre 2011.
All’interno dello stesso sono previste più azioni.


Parks LIFE+ Project
“conservation and improvement of Spina Verde SCI habitats”

Spina Verde Regional Park – officially recognized as SCI by European Commission in december 2009 – carried out a multi-action project – presented to the Commission itself on LIFE+ Call for proposal 2010.
The Commission eventually recognized the quality of our project at the end of a hard selection that saw Park’s office focused on it from august 2010 to may 2011. UE granted 280.000 euro on 560.000 total costs. The other part of funds will be granted by Park on its own budget.

Spina Verde LIFE+ project will ensure Park environmental heritage enhancing, elevating biodiversity level.
Biodiversity is a now-common use word, meaning “variety of life forms” in a specific area of planet earth. In particular Spina Verde park is a little biodiversity jewel in the urban area of Como and its neighbourhood. 150 species of vertebrates (birds, amphibians, reptiles and mammals) represent how Park and its SCI are ecologically important and complex.

Our project will improve important Spina Verde SCI habitats.
The project officially started on 1st of September 2011, and it is divided into several actions.

 

 

Obiettivi del progetto

L’obiettivo principale del progetto è quello di migliorare la qualità degli habitat del SIC Spina Verde – elevando di conseguenza il livello generale della biodiversità – tramite azioni mirate alla tutela di ambienti di pregio naturalistico a rischio di scomparsa, con particolare riferimento agli habitat prioritari europei.

Nel dettaglio gli obiettivi specifici del Parco sono quelli di:

•    razionalizzare le informazioni e i dati di natura faunistica in un unico piano di gestione del SIC;

•    migliorare la qualità idrogeologica e naturalistica degli habitat prioritari 9180 “foreste di versante”, potenziando la presenza di determinate specie di anfibi e invertebrati nell’area;

•    migliorare la qualità vegetazionale degli habitat prioritari 8210 “pareti rocciose” anche al fine di ridurre il rischio idrogeologico e potenziare i microhabitat specifici dei rapaci presenti in Spina Verde;

•    potenziare il ruolo ecologico degli habitat prioritari delel foreste di Quercia (91H0) e di Castagno (9260), attraverso la conversione del bosco, la realizzazione di aree “wilderness” e di aree di frutti edibili;

•    potenziare la rete di piste forestali per favorire le attività di manutenzione del bosco e di controllo delle specie infestanti;

•    preservare gli habitat prioritari delle aree umide (3160) per incrementare la presenza degli anfibi protetti dalla direttiva habitat;

•    diffondere, tramite un piano di comunicazione mirato, la conoscenza del SIC Spina Verde e delle attività previste di conservazione, valorizzazione e miglioramento della biodiversità.

Il Parco Spina Verde, anche con il supporto di Regione Lombardia che ha manifestato l’appoggio scientifico al progetto, sarà il soggetto che, attraverso specifici appalti, condurrà il progetto.

Project objectives

The main goal of the project is to improve the habitats on S.C.I. Spina Verde in order to stabilize and strenghten the presence of important species included in habitat and birds directives annexes.

Specific goals are:
– rationalization of massive data and rules into an unique environmental plan (SCI management plan);

– enhancing idrological and natural quality in “tillio aceron forest” habitats;

– enhancing vegetational quality in priority habitats 8210 “Rochy slopes”, 91ho “quercur woods”, 9260 “Castanea sativa woods” by selected cuts and new wilderness areas;

– improving wetland habitats (3160) to strenghten UE protected amphibians populations;

– enhancing forestal tracks network to give access to peculiar habitats, upkeep woods, eliminate alien species;

– disseminating LIFE+ projects goals and actions by a specific communication plan.

 

 

Azioni di progetto

Il progetto si articola in azioni di carattere propedeutico, in azioni “concrete”, in una parte relativa alla pubblicizzazione e alla comunicazione del progetto e una parte di gestione e monitoraggio.

Azione 1) Piano di Gestione del SIC

Il Parco Spina Verde ha predisposto negli scorsi anni la propria pianificazione di settore, prevista dal piano territoriale di Coordinamento del Parco (PTC) approvato da Regione Lombardia nel 2005.
I piani di settore specificano, per ambiti e settori peculiari, gli indirizzi generali forniti dal PTC. Per ogni piano, in linea con le normative di settore, è stata condotta la specifica Valutazione Ambientale Strategica (VAS) e la Valutazione di Incidenza sul SIC.
Ogni piano ha quindi fornito indicazioni per la minimizzazione degli impatti sulla fauna e sugli habitat presenti. È quindi assolutamente necessario razionalizzare le informazioni, i dati e le prescrizioni delle singole VAS e Valutazioni di incidenza in un unico piano coordinato per la gestione del SIC.
Il Piano sarà realizzato tramite consulenti esterni specializzati in tematiche ambientali. Il team individuato sarà affiancato da un dipendente del Parco che provvederà a fornire il necessario background conoscitivo.

Ecco gli esiti della gara per la selezione del professionista.

Piano di gestione – versione maggio 2013.
Azione 2) Valutazione di incidenza del progetto sul SIC

Come per tutti i progetti che possono avere influenze sul SIC, anche in questo caso è necessario condurre una specifica Valutazione di Incidenza, al fine di poter commisurare e calibrare adeguatamente gli interventi progettuali rispetto agli obiettivi e ai risultati attesi.

L’azione seguirà alla progettazione definitiva degli interventi, in modo da inserire, in fase di progettazione esecutiva, eventuali aggiustamenti ed adeguamenti, anche di carattere operativo e di minimizzazione degli impatti in fase di cantiere che rappresenterebbe la fase più critica dell’implementazione del progetto.
Il Parco ha individuato professionisti esterni per la realizzazione della valutazione di incidenza.
Ecco gli esiti della gara per la selezione del professionista.

ecco lo studio di incidenza. Lo studio è importantissimo e potrà anche essere usato per ricerche scolastiche e approfondimenti scientifici futuri.

 

 

AZIONI DI RIQUALIFICAZIONE FORESTALE
Valorizzazione degli habitat 9180 “Foreste di versante”

Gli habitat delle foreste di versante in Spina Verde sono caratterizzate da boschi di acero e frassino, in aree rocciose o interessate da valletti. Il piano forestale del Parco ha verificato che la robinia è ora la specie dominante in queste aree.
L’azione si focalizza quindi sulla riqualificazione di 50 ettari di habitat (si vede tavola riepilogativa allegata), suddivisa in 5 valloni collocati nella parte meridionale del SIC, in territorio di Como.

Valorizzazione degli habitat 8210 “Pareti rocciose”

L’azione prevede la riqualificazione di 150 ettari di habitat rocciosi, in territorio del Comune di Como.
I lavori prevedranno tagli selettivi di specie alloctone in aree di criticità idrogeologica; i suoli e i soprassuoli saranno valorizzati con specie autoctone e conformi alle liste del piano forestale della Spina Verde: Ostrya Carpinofolia, fraxinus ornius, sorbus aria, cornus mas, acerus pseudoplatanus, in modo da creare le condizioni ottimali per piccoli mammiferi e chirotteri.
La riduzione del rischio idrogeologico tramite una attenta manutenzione dei soprassuoli porterà anche benefici agli uccelli rapaci presenti nella zona (Falco pellegrino in primis), poiché le frane hanno spesso causato l’obliterazione dei siti riproduttivi di queste popolazioni aviarie.
L’azione verrà sviluppata da ottobre a marzo per non interferire con il periodo di riproduzione della fauna terrestre e dell’avifauna.

Valorizzazione ecologica habitat 91HO e 9260 “boschi di querce e di castagno”

Come già evidenziato in Spina Verde gli habitat 91HO e 9260 sono caratterizzati dalla presenza massiccia della Robinia che riduce la presenza di piante autoctone come il castagno, la quercia, l’acero e il frassino.
L’azione è quindi focalizzata sulla rimozione della robinia e sul conseguente impianto di nuove piante adatte agli habitat in oggetto.

 

Ecco la gara per la selezione del professionista forestale.

Qui il progetto esecutivo.

Qui la gara di appalto per i lavori!

I lavori si sono chiusi nel marzo 2013. Ecco qualche bella immagine dei lavori realizzati.

 

  

 

NUOVE AREE UMIDE!

Valorizzazione dell’habitat 3160 “aree umide” in località La Valle a Parè

L’area umida di Parè è collocata lungo una valle naturale, con 4 pozze usate dagli anfibi per la riproduzione e si trova a 500 metri sul livello del mare; è caratterizzata da una morfologia variabile, con zone pianeggianti e piccole sponde che delimitano le pozze.

L’intervento sarà focalizzato alla reintroduzione degli ontani, all’eliminazione della robinia, alla rimozione delle piante malate (castani con cancro corticale), alla conservazione delle specie tipiche della cenosi nonché alla conservazione di piante morte in zone “wilderness” di tutela assoluta da crearsi lontano dal principale percorso di visita all’area umida.

Sono previste anche attività di miglioramento delle pozze e dei siti di riproduzione degli anfibi.

I lavori saranno organizzati in modo da non superare il 15 di febbraio, per assicurare la minor interferenza possibile con la riproduzione della rana di Lataste.
Le operazioni andranno quindi da ottobre al 15 di febbraio, escludendo gennaio per possibili gelate.
Non saranno utilizzati materiali artificiali, né sarà permessa l’impermeabilizzazione artificiale delle pozze.

Scarica qui il progetto!

i lavori sono stati affidati alla ditta Binda. Ecco gli atti!

i lavori si sono conclusi a dicembre 2012, ecco qualche immagine!!!

 

Creazione di nuovi habitat 3160 “aree umide” in località Valbasca a Como

L’azione prevede la creazione di nuove aree umide in località Valbasca e si articola in realizzazione nuove pozze per la riproduzione degli anfibi e valorizzazione dei prati accanto alle stesse, per una superficie globale  di 1.200 metri quadrati di bosco idrofilo.
qui il progetto prima della variante chiesta dal Comune di Como

qui gli atti di progetto dopo la variante

qui gli atti di gara d’appalto

I lavori si sono conclusi nel marzo 2013. Ecco qualche bella immagine!

 

ecco una rana che fa capolino nella nuova area umida!!! Obiettivo raggiunto!!!

 

 

LE PISTE FORESTALI

Potenziamento delle piste forestali del SIC

L’azione prevede la valorizzazione di alcune piste all’interno del SIC con lo scopo di supportare e favorire l’attività di manutenzione dei boschi e di controllo delle specie infestanti, con benefici in termini generali sui livelli di biodiversità e sulla qualità ambientale.
In totale saranno recuperati nel progetto 1.390 metri di piste.

 

ecco i progetti!!!

pista di Parè Oreghello

pista Cascina Viola completamento

pista DrezzoEsito Gara di appalto

 

I WORKSHOP
Sono stati realizzati 6 workshop/seminari con l’obiettivo di coinvolgere la popolazione locale, gli insegnanti descrivendo loro gli obiettivi del progetto,  le principali problematiche relative alla conservazione della biodiversità nonché i principali risultati delle azioni e degli interventi previsti.

ecco il report delle attività svolte!

 

L’EDUCAZIONE AMBIENTALE

Il parco propone annualmente un proprio programma di educazione ambientale. Tale programma sarà integrato con attività di educazione direttamente legate al presente progetto.

Le lezioni sulla biodiversità si terranno sia in classe che all’aperto. Il registro sarà flessibile e adattato a seconda dell’età degli studenti di volta in volta coinvolti.

Le lezioni all’aperto prevedranno anche la visita ai cantieri, in modo da visionare direttamente le modalità e le tecniche di intervento ambientale.

ecco le classi che hanno aderito all’iniziativa!!!

 

Environmental education proposal

Spina Verde park proposes annual environmental education activities. They will be integrated with new ones linked to the LIFE+ projects.

Lessons about biodiversity conservation issues will be held both in classroom and open-air. Register will be flexible and adapted to the age of students involved.
Open air lessons will also consist on visits to the yards, in order to watch “live” techniques and mechanisms of environmental peculiar jobs and interventions.

Within spring 2012 the Park will release LIFE+ educational proposals. Check out monthly this section of news section for updates!!!

Saranno proposte alle scuole di ogni ordine e grado lezioni sulla biodiversità che si terranno sia in classe che all’aperto. Il registro sarà flessibile e adattato a seconda dell’età degli studenti di volta in volta coinvolti.

I MONITORAGGI AMBIENTALI – NUOVE MAPPE DEGLI HABITAT

All’interno del progetto sono stati svolti importanti monitoraggi ambientali.

ecco gli esiti scientifici!

Relazione monitoraggio

relazione Habitat

mappa bat detector

mappa siti riproduzione anfibi

mappa habitat

 

DOPO IL PROGETTO LIFE CHE SUCCEDE???

scarica il piano di conservazione post-progetto.

 

 

Actions of the project

In order to achieve the objective Spina Verde park will deploy several actions.

The first one, propaedeutic to the others, is to implement the management plan of SCI. According to C1a form, Spina Verde needs to rationalize the massive amount of information and rules provided by different studies and envinronvental plans into one coordinated management plan for the SCI.

Concrete actions will be foreseen on priority habitat 9180 “Tilio-Acerion forests of slopes, screes and ravines”. As explained in B2d, B4 and C1c forms, this peculiar habitat needs some important interventions in order to preserve it from hydrogeological instability and to mantain and strenghten peculiar plants.
There will be also interventions that will improve popolation of amphibians and invertebrates in this kind of habitat.

Another concrete action will take to an improvement of priority habitat “8210 – Rocky slopes” located in the southern part of the Park and SCI. Important operations will be provided in order to reduce alien vegetation species, to reduce rock falls risks.

Important actions will be also provided for habitat “3160 Natural dystrophic lakes and ponds” in order to improve the presence of peculiar wildlife species like, for example, Rana Latastei which is included in the annexes of the habitats directive. Spina Verde park will intervene in two main areas strenghtening and increasing surfaces of ponds.

Habitats “91HO Pannonian woods with Quercus pubescens” and “9260 Castanea sativa woods” will be at the center of a major operation which aims to improve ecological quality of woods which is today compromised; specific actions are woods conversion, the creation of restricted wilderness areas, the increment of edible fruit areas.

The  project foresees also the strenghtening of forest tracks, in order to ensure a better access to some areas and subsequently improve woods upkeeping operations against alien vegetational species.

Side actions will provide public awareness and dissemination of results of the projects.
Info panels will be posed in key areas of the Park/SCI (main entrances, main tracks) as well as near the areas and habitats directly interested by actions. They will render LIFE and EU logos and the summary of the actions taken during the project.

A specifical website will be online since the very first moments of the project and it will provide information about the implementation of the project in a costant feed back process.

Not-technical information summary will be also monthly provided in order to ensure full access to the implementation of the project even to those who are not technitians, experts or adepts.

Two press-conferences will be organized: one at the beginning of the project, and one at the end.

Five workshops will be held in each one of the five municipalities belonging to the Park / SCI, in order to describe to the population the results of the actions done on their territory.

Environmental Educational activities will be also provided, organizing specifical open-air lessons with pupils and students on biodiversity, habitats and priority species conservation issues specifically afforded by the project.

 

 

Dati scientifici e risultati

Durante il corso del progetto in questa sezione potrete trovare i dati relativi ai censimenti sulle popolazioni faunistiche nonchè i principali risultati ottenuti nel corso della realizzazione delle azioni di progetto.

Controllate periodicamente questa sezione per gli aggiornamenti!!!

Relazione monitoraggio

relazione Habitat

mappa bat detector

mappa siti riproduzione anfibi

mappa habitat

 

Scientific Data and results

As long as the projects goes on, you will find in this section, data about monitoring, census on wildlife and vegetation as well as results and achievements.

Check out this section to find news and updates!!!

 

 

 

 

 

Mappe degli habitat

Durante il progetto verranno prodotte mappe relative agli habitat interessati dai lavori di valorizzazione e conservazione.
Controlla periodicamente questa sezione o la sezione news per scaricare le nuove mappe ogni volta che verranno prodotte!

 

relazione Habitat

mappa bat detector

mappa siti riproduzione anfibi

mappa habitat

Habitats maps

During project lifetime, experts will draw maps about habitats interested by project actions.
Check out monthly this section of news section for new maps updates!!!

REPORT NON TECNICO

qui puoi scaricare il report non tecnico per informazioni generali sull’andamento del progetto e sui suoi principali esiti!!!

versione inglese – english version

 

REPORT TECNICO

per i più esperti ecco il report finale tecnico vagliato dalla Commissione Europea