Sentiero 1 – Dorsale Collinare

Caratteristiche

Tipo di interesse prevalente: panoramico

Accesso/i principale/i:

Ovest: Via Garibaldi, San Fermo della Battaglia

Est: Via Santa Brigida, Como, loc. Camerlata

Parcheggi in prossimità:

Ovest: Piazzale don Prayer, San Fermo della Battaglia

Est: Via Colonna, Como, loc. Camerlata

Tempo medio di percorrenza / Lunghezza: 2h / 3,9 Km

Grado di difficoltà: elementare/ adatto a tutti

Quota min. slm: 290 m Quota mass. slm: 520 m Dislivello +230 m

Specifiche / sentieri che si incontrano: sentiero rettilineo che incontra il sentiero 3, 4, 10, 11

Ricettività e/o servizi: Baita Monte Croce

Punti di Interesse: Parco delle Rimembranze, Bosco Didattico, Cascina Reapau di sotto e Cascina Respau di sopra, Laghetto biotopo

Mappa GPS

Sentiero 1

Descrizione

L’itinerario consente di percorrere continuativamente un terzo del territorio del Parco senza particolari difficoltà, congiungendo il paese di San Fermo alla collina del Castello Baradello.  Il tratto iniziale, a scalini, è in forte pendenza, il percorso poi si snoda con deboli dislivelli tra boschi di latifoglie e conifere fino alla cresta del versante lariano, offrendo così all’escursionista una serie di incantevoli viste panoramiche sul Lago di Como, la città e il territorio.

Il percorso sale poi verso baita Monte Croce, dove ci si può rilassare e pranzare in compagnia. Dalla Baita si hanno due alternative di percorso: se si tiene la sinistra si giunge alla Croce di Sant’Eutichio, di lì poi ci si può collegare al sentiero numero 3. La croce, costruita in occasione del XIX Centenario della Crocifissione di Gesù Cristo, quando il pontefice Pio XI indisse l’Anno Santo, sostituisce quella in legno esistente da tempo immemorabile e risalente al periodo di Eutichio (morto nel 539 d.C.) ottavo vescovo di Como.

Invece, proseguendo sul sentiero, senza deviazioni dalla Baita, s’incontra un’area umida e poi si cammina fino ad arrivare all’incrocio con il sentiero protostorico, numero 11 (sulla destra) e il numero 4 (sulla sinistra) che porta alla chiesa di Sant’Abbondio a Como.

Da quell’incrocio di sentieri, sempre dirigendosi verso il Baradello e la città di Como, sulla sinistra s’incontra l’accesso alla casa Scout don Titino (ex Baita Elisa) e poi alla cascina Respaù di Sopra, sede degli Alpini, dunque inizia il tratto in discesa verso la cascina Respaù di Sotto, dove hanno sede l’ostello ed un bosco didattico.

Da qui si ridiscende sul sentiero e si sopraggiunge ai piedi del colle del Baradello dove, mantenendo la sinistra, s’incrocia il sentiero 10 che fa il giro della collina su cui sorgeva l’intero castello di cui oggi resta solo la torre e qualche altra porzione di muro.  L’intersezione con il sentiero 10 porta ad una scelta: il primo sentiero che si trova a sinistra porta al ristorante Ul Ginocc, il secondo sentiero, sempre a sinistra, sale invece al Castello Baradello. Tra i due sentieri si intravede l’ampio spazio pianeggiante dove ha sede il monumento alla memoria dei caduti del “Parco delle Rimembranze”.

Oltrepassando il Parco delle Rimembranze, la strada scende fino a Camerlata a Como, in via Colonna.