Il Parco Spina Verde, ai sensi dell’ articolo 11 della Legge n. 212 del 27 luglio 2000 “Statuto dei diritti del contribuente”, ha inoltrato idonea richiesta all’ Amministrazione finanziaria per sapere se, in quanto Ente Parco, trova effettivamente ambito soggettivo di applicazione il meccanismo della scissione dei pagamenti (c.d. split payment), introdotto dall’ articolo 1, comma 629, della legge 23 dicembre 2014 n. 190.

L’ Amministrazione finanziaria (Agenzia delle Entrate) ha ritenuto che il PARCO SPINA VERDE (ente pubblico non economico, dotato di propria autonomia che persegue fini di interesse generale) non sia riconducibile in alcuna delle tipologie soggettive menzionate dalla norma, con conseguenza che per esso non trova applicazione il meccanismo della scissione dei pagamenti di cui all’ art. 17-ter DPR n. 633 del 1972 e s.m.i.

A partire dal giorno  1 febbraio 2016, pertanto, l’ IVA addebitata dal fornitore nelle relative fatture dovrà essere versata dallo stesso fornitore all’ Erario e non più dall’ Amministrazione acquirente. Le fatture elettroniche non conformi a quando chiarito con parere dell’ Agenzia delle Entrate, saranno automaticamente rifiutate dagli Uffici.

CLICCARE QUI PER VISIONARE L’ INTERPELLO N. 904-963/2015 (art. 11 L. 212/2000)

Gli Uffici del Parco rimangono a disposizione per qualsiasi chiarimento:

Tel. +39.031.21.11.31 – e-mail: segreteria@spinaverde.it