DAL 1 LUGLIO 2017  ANCHE PER L’ ENTE PARCO SPINA VERDE TROVA AMBITO SOGGETTIVO DI APPLICAZIONE IL MECCANISMO DELLA SCISSIONE DEI PAGAMENTI DI CUI ALL’ ART. 17-TER DPR 633/1972 E SS.MM.II.:

La recente normativa (articolo 1 del D.L. 50/2013, nella versione definitiva convertita nella L. 96/2017)  ha modificato sotto diversi aspetti la disciplina, contenuta nell’ articolo 17-ter del DPR 633/1972. Le novelle trovano applicazione dalle operazioni per le quali è emessa fattura a partire dal 1 luglio 2017.

L’ aspetto innovativo più rilevante è senz’ altro quello relativo all’ ambito soggettivo di applicazione. La Manovra correttiva, infatti, estende il raggio d’ azione del meccanismo dello split payment  a tutte le operazione effettuate nei confronti delle Amministrazioni pubbliche inserite nel conto consolidato pubblicato dall’ ISTAT (ex. articolo 1, comma 2, L. 196/2009), tra cui si annoverano gli enti pubblici non economici nazionali, regionali e locali.
L’ Ente Parco Regionale Spina Verde  rientra tra gli Enti pubblici non Economici dotati di propria autonomia, che perseguono fini di interesse generale e pertanto i fornitori che emetterano le fatture nei confornti dell’ Ente, a partire dal  1 luglio 2017, dovranno applicare il meccanismo della scissione dell’ IVA (c.d. “split payment”). Le fatture pervenute che non riporteranno la scissione dell’ IVA saranno automaticamente rifiutate.
 
Resta inteso che le disposizioni sullo SPLIT PAYMENT si applicano fino al termine di scadenza della misura speciale di deroga rilasciata dal Consiglio dell’ Unione Europea (ex. art. 395 della DIRETTIVA 2006/112/CE); nello specifico, con Decisione di autorizzazione 2017/784 del 25 aprile 2017, è stata fissata la scadenza dell’ applicazione del meccanismo al 30 giugno 2020.

L’ ufficio contabilità rimane a disposizione per qualsiasi chiarimento all’ indirizzo e-mail : segreteria@spinaverde.it -Tel. 031.21.11.31