Si avvisa che,  in ottemperanza al  Regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali UE/2016/679 , l’ Ente Parco Spina Verde con deliberazione del Consiglio di Gestione n. 21 del 17 settembre 2018 ha nominato Responsabile della Protezione dei Dati (RPD/DPO) la società:

Halley Lombardia Srl, P.IVA 01343230130, referente sig. Ornaghi Cristiano
con sede in viale Cesare Cattaneo 10B, I-22063  Cantù (Como)
e-mail: gdpr@halleylombardia.it – pec: gdpr@halleypec.it

In osservanza all’ articolo 37, paragrafo 7 del Regolamento UE/2016/679,  il nominativo del Responsabile della Protezione dei dati è stato comunicato al Garante per la protezione dei dati in data 22 settembre 2018.

Tutti i riferimenti sono pubblicati nella sezione “amministrazione trasparente”, sottosezioni: “altri contenuti-dati ulteriori”, “privacy”. Link diretto: http://www.halleyweb.com/spinaverde/zf/index.php/trasparenza/index/index/categoria/260

 

I compiti del RPD/DPO stabiliti dall’art. 39 dal Regolamento  UE 679/2016 sono:

  1. informare e fornire consulenza al titolare del trattamento o al responsabile del trattamento nonché ai dipendenti che eseguono il trattamento in merito agli obblighi derivanti dal RGPD, nonché da altre disposizioni nazionali o dell’Unione relative alla protezione dei dati;
  2. sorvegliare l’osservanza del RGPD, di altre disposizioni nazionali o dell’Unione relative alla protezione dei dati nonché delle politiche del titolare del trattamento o del responsabile del trattamento in materia di protezione dei dati personali, compresi l’attribuzione delle responsabilità, la sensibilizzazione e la formazione del personale che partecipa ai trattamenti e alle connesse attività di controllo;
  3. fornire, se richiesto, un parere in merito alla valutazione d’impatto sulla protezione dei dati e sorvegliarne lo svolgimento ai sensi dell’articolo 35 del RGPD;
  4. cooperare con il Garante per la protezione dei dati personali;
  5. fungere da punto di contatto con il Garante per la protezione dei dati personali per questioni connesse al trattamento, tra cui la consultazione preventiva di cui all’articolo 36, ed effettuare, se del caso, consultazioni relativamente a qualunque altra questione;