Roccia di pianvalle

La ROCCIA DI PIANVALLE è una vasto affioramento di arenaria che reca sulla sommità molte incisioni. Si tratta perlopiù di coppelle, piccole conche emisferiche incise in ordine sparso, a volte collegate da canalette, oppure raggruppate in file o particolari forme come le cosiddette rosette. Le incisioni lineari presenti comprendono la ruota raggiata, richiamo al disco solare, l’ascia e il cosiddetto omino a Φ, figura stilizzata di un individuo orante oggi purtroppo irriconoscibile a seguito di atti vandalici. Si ipotizza che la Roccia di Pianvalle fosse una sede cultuale all’aperto. Quanto alla sua datazione, non vi sono elementi per stabilirne l’anteriorità o la contemporaneità rispetto alle evidenze del vicino abitato. Sulla parte alta di questa grande roccia dovevano sorgere anche delle strutture, forse capanne, delle quali si conservano alcune buche di palo e tracce di canalizzazioni scavate nell’arenaria. Ai piedi della Roccia sono stati messi in luce i resti di un’area destinata ad attività artigianali. Infatti tra le varie strutture in pietra individuate vi è una fornace per metalli e fra i materiali recuperati sono presenti alcune matrici di fusione oltre ad abbondanti scorie ferrose e bronzee.

img-def